| 
  • If you are citizen of an European Union member nation, you may not use this service unless you are at least 16 years old.

  • Stop wasting time looking for files and revisions. Connect your Gmail, DriveDropbox, and Slack accounts and in less than 2 minutes, Dokkio will automatically organize all your file attachments. Learn more and claim your free account.

View
 

Perspicuità della Scrittura

Page history last edited by Paolo E. Castellina 6 months, 3 weeks ago

La perspicuità della Scrittura


La Bibbia è “chiara” oppure “troppo complicata” ed “ambigua” da mettersi nelle mani di chiunque senza la mediazione di esperti e la guida della chiesa? Si tratta di una questione ricorrente nel corso della storia della chiesa cristiana. La Riforma protestante ha messo in rilievo come la Bibbia sia sufficientemente perspicua ed accessibile a chiunque.

Che cos’è la perspicuità della Scrittura? Essa vuol dire che la Scrittura è chiara e di facile comprensione. La perspicuità è parte del miracolo della Scrittura, specialmente perché essa rivela Dio. Che Lui, l’infinito ed eterno Dio, non soltanto sia stato disposto a rivelarsi a noi, ma che lo abbia anche fatto in modo chiaro ed aperto, è una grande meraviglia. Noi non neghiamo, ovviamente, che vi siano passaggi difficili nella Scrittura, perfino libri interi che sono difficili. La Bibbia stessa ci insegna questo (Salmo 78:2; Proverbi 1:6; II Pietro 3:16). Tuttavia, noi crediamo che ogni dottrina della fede, e tutte le cose necessarie per la gloria di Dio e la nostra salvezza, sono insegnate in modo chiaro. Il Salmo 119:105 insegna la perspicuità: "La tua parola è una lampada al mio piede, ed una luce sul mio sentiero." La Scrittura non potrebbe nemmeno essere chiamata col termine "luce" se non fosse chiara, e questo verso dice che è una luce per il nostro sentiero, cioè, per la nostra intera vita. Essa è una sicura e affidabile guida per condurci durante tutto il sentiero della nostra vita fino alla gloria. Siccome la Scrittura è chiara, può essere compresa anche dalle persone con poca istruzione e dai bambini. Essa non può, quindi, essere nascosta da loro. Dovrebbe essere tradotta nella lingua di ogni popolazione a cui giunge il vangelo in modo che possano sempre leggerla ed avere la sua luce con loro.

Vi sono varie cose che dobbiamo comprendere, tuttavia, sulla perspicuità della Scrittura, per non cadere in errore. Primo, siccome vi sono passaggi difficili, dobbiamo - Prima di tutto consideriamo i modi sbagliati per valutare la veracità o falsità di un profeta e del suo insegnamento. Quali sono? Ebbene, il primo modo sbagliato è quello di permettere alla sua novità o alla sua modernità di determinare la sua autenticità. Non c'è bisogno di perdervi del tempo perché si tratta dell'inganno più palese fra tutti. Purtroppo esso miete ancora molte vittime (...) - La seconda prova relativa al modo sbagliato di provare i falsi profeti è l'inganno di presumere sempre che se un insegnamento si diffonde molto tra la gente è perché è giusto. "Molti li seguiranno nella loro dissolutezza" dice Pietro . I falsi profeti sorgeranno tra di voi, avverte, e attireranno le genti, "molti li seguiranno nella loro dissolutezza". Questo tipo di inganno non merita di ricevere molta attenzione, ma devo dargliene perché qualcuno potrebbe riportare frasi comuni come: " Tutti credono all'inganno", oppure in forma negativa: "Nessuno oramai crede più alla Bibbia, nessuna persona di cultura, istruita, ci crede; prova solo a guardare le masse di persone che stanno fuori dalle chiese!" Quindi si presume che il cristianesimo sia sbagliato solo perché la maggioranza ha sempre ragione! Questa è una posizione infantile e sciocca tanto da non essere degna di alcuna considerazione, ma La verità sta sempre sul patibolo, L'errore siede sempre sul trono Questo nella storia del mondo, è un proverbio che ha ancora un senso per quest'epoca, come lo ha avuto in tutte quelle precedenti (...)- Ma lasciatemi arrivare a un elemento ancora più serio. Il fatto stesso che un certo messaggio venga insegnato anche dalla chiesa non è garanzia che corrisponda al vero. Ascoltate "Ci furono anche falsi profeti" Dove? Nel mondo, nella nazione, fuori da Israele? No, tra il "popolo" "come ci saranno tra di voi falsi dottori". Dove? Nel mondo, tra i non credenti che stanno fuori dalla chiesa? Assolutamente no! "Tra di voi". questo non è un brano isolato perché se andate a leggere il ventesimo capitolo degli Atti degli Apostoli vedrete Paolo congedarsi dai responsabili della chiesa di Efeso e raccomandare loro le stesse cose.

Difficilmente si può trovare un' Epistola nel Nuovo Testamento che non avverta i cristiani di stare lontani dai falsi dottori che ci sono tra loro nella chiesa (...). Questa le prove negative, ma come lo possiamo provare in modo positivo? Pietro dice: vai alla Bibbia!     

 

Comments (0)

You don't have permission to comment on this page.